Tutto regolare alla Ventuno del Cima 2014: la commissione di giustizia della Fidal esclude negligenze e colpe da parte degli organizzatori

31 luglio 2014
695_MP_21delCima

Il presidente di Atletica Silca Conegliano, Francesco Piccin

Tutto regolare alla Ventuno del Cima, i vincitori sono stati gli organizzatori. Escluse infatti negligenze e colpe da parte di organizzatori e giudice di gara, chiamati in causa dalla procura federale per aver fatto gareggiare atleti stranieri, non in regola con le norme federali sul tesseramento. Così ha “sentenziato” la commissione giudicante della Fidal.

“Siamo soddisfatti della decisione che ci scagiona dall’accusa di aver adottato comportamenti irregolari – commenta il presidente di Atletica Silca Conegliano, Francesco Piccin – non c’era nulla da discutere, chi si è lamentato l’ha fatto senza ragioni e chi ha commentato, troppo frettolosamente, l’ha fatto forse senza conoscere i regolamenti. Dispiace che si sia tentato di mettere in cattiva luce l’operato della società, che con lo staff e tutti i suoi volontari, ha lavorato con onestà e professionalità per regalare alla città di Conegliano e al mondo dell’atletica una manifestazione di alto livello. La nostra Ventuno del Cima sarà sempre più internazionale, l’appuntamento è per domenica 8 febbraio 2015. E che vinca il migliore”.

 Per leggere tutto il comunicato stampa cliccare qui: Cs Ventuno del Cima regolare

 

 

Per offrirti il miglior servizio possibile, in questo sito utilizziamo i cookies. Continuando la navigazione ne autorizzi l'uso. OK Maggiori informazioni